Leggi l'informativa del Regolamento Europeo GDPR - Il sito utilizza cookies per una migliore e esperienza di navigazione

WILDERNESS


La Wilderness del mondo anglosassone, o Wildnis nel mondo germanico, è la “terra selvaggia” non condizionata dalla presenza dell’uomo, è la “natura incontaminata” non organizzata dall’essere umano: un aspetto fondamentale del mondo esterno, risorsa simbolica di sovrabbondanza naturale, diversità di forme, colori, suoni, luogo del dispiegarsi numinoso delle forze di vita e di morte. Visitando con devozione la “terra vergine” i Maschi Selvatici si propongono di far risuonare spiritualmente dentro di sé le forze inesauribili della natura primordiale: la Wilderness non è infatti soltanto un paesaggio esterno, ma è anche una dimensione della personalità umana di ogni tempo, è il nucleo di forze istintuali, spirituali e vitali, represse dalla “civilizzazione delle buone maniere” con i suoi dispositivi artificiali di controllo, e spesso soffocate anche sotto depositi culturali e tradizioni “museali”.

La Wilderness rappresenta il polo Altro, e trascendente, rispetto alla storia umana, e in quanto tale è spazio fortemente dinamizzante. Il ricorso alla natura incontaminata come luogo di conoscenza della realtà e delle spinte vitali è oggi indispensabile esperienza per dare pienezza alla nostra vita, personale e collettiva, e dunque restituire salute e dinamicità anche alla nostra civiltà.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Amando la terra troveremo il senso della vita

C'è un vecchio saggio a Henry County, un paese del Kentucky, USA. Si chiama Wendell Berry (nella foto), 84 anni, è un tipo forte e sereno e manda avanti con la moglie una piccola fattoria, in una zona dove la sua famiglia coltiva campi da oltre due secoli.

Leggi tutto...

Campo Maschile Uscita estiva wilderness 29 giugno – 1 luglio 2018

Quest’anno la nostra uscita avrà come centro la meditazione di fronte agli elementi naturali, acqua aria terra e fuoco, che potremo incontrare nei boschi e sui sentieri di montagna del Brenta partendo dal piccolo paese di Massimeno, vicino a Pinzolo (provincia di Trento).

Leggi tutto...

Nell’era della trasparenza io difendo il segreto (di Claudio Risé)

Nell’era della trasparenza io difendo il segreto

di Claudio Risé, da “La Verità”, 22 aprile 2018

Leggi tutto...

Claudio Risé: «La terra desolata della modernità»

da Attuali e inattuali. Il Blog di Andrea Scarabelli, blog.ilgiornale.it, 29/12/2017, (http://blog.ilgiornale.it/scarabelli/2017/12/29/claudio-rise-le-terra-desolata-della-modernita/ )

È appena uscito per Lindau un singolare libretto, firmato da Francesco Borgonovo e Claudio Risé. Vita selvatica è allo stesso tempo un dialogo tra due generazioni e una ricognizione sul nostro qui e ora, che si muove agilmente tra storia e archetipi, presente e passato, libertà e necessità, uomo e natura.

Leggi tutto...

“Se perdi la strada del bosco ti ammali…” e come guarire dalle malattie di oggi

In un libro appena uscito, che ho sfogliato ieri in una libreria, ho trovato questa frase: “se perdi la strada del bosco ti ammali, anche psichicamente”.

Leggi tutto...

Guido Venturini: “è l’albero che ha scelto me”

Intervista dei Maschi Selvatici all’artista della mostra “L’asse del mondo” (Faenza, 1-18 settembre 2017) 

Leggi tutto...